13 Dicembre

Emanuela PanettiL’energia di Emanuela rimane, intatta e indiscutibile. Il suo ingresso rimepiva qualunche ambiente della sua presenza, spostava gli equilibri, le dinamiche preesistenti, l’attenzione. Un diverso modo in cui si manifestavano perfezione di movimenti, logica, espressione e velocità sul ghiaccio e nella musica. Quando la vedevo nelle gare e in tv e ancora non la conoscevo. Quell’energia, l’essenza di Emanuela, si è espansa e diffusa ora nelle mille che creano, si adoperano per la Fondazione e ne godono i frutti. Una trasformazione dolorosa ma meravigliosa, che si è espressa attraverso la vostra idea, grandi mamma e papà, origine e ora strumento di tanta bellezza e forza. Date significato reale e concreto a quel nome che avete scelto per lei, Dio è con noi, comunque ci si ponga rispetto all’incomprensibile. Siete davvero speciali e mi unisco nel grande abbraccio che ricevete oggi e ogni giorno.