Sorrisoterapia in Ospedale


 

La Fondazione Emanuela Panetti Onlus ha mandato i suoi clown all’Ospedale Bambino Gesù di Santa Marinella per i più piccoli e alla Casa di cura del Santo Volto per gli anziani
L’obiettivo è quello di aiutare entrambi i tipi di pazienti a superare i correlati emotivi negativi, dei deficit fisici e psicologici, legati al ricovero. Lo stato psicologico influisce sulla possibilità di affrontare la malattia e, in alcuni casi, sull’efficacia stessa delle cure.

Il progetto della Sorrisoterapia nasce per portare un po’ di allegria ai piccoli e agli anziani ricoverati, migliorandone la qualità della vita.

Per i più piccoli i clown, coordinati dal Dott. Enrico Castelli – Primario della U.O. di Neuroriabilitazione del “Bambino Gesù” di Santa Marinella – e dalla sua équipe, hanno messo al centro i singoli bambini, rendendoli protagonisti e lasciando che siano proprio i piccoli ad indirizzare le azioni svolte durante l’intervento sorrisoterapeutico.

Le sollecitazioni proposte dai nostri clown  sono state complementari alle terapie tradizionali.
"La presenza dei clown" ha scritto in una lettera di ringraziamento il dott. Massimo Raponi, direttore Sanitario dell'Ospedale "contribuisce a rendere più serena la permanenza in ospedale e offre momenti di aiuto ai pazienti e ai loro genitori durante il periodo del ricovero".

Anche per gli anziani della Casa di cura del Santo Volto i clown hanno realizzato dei veri e propri percorsi terapeutici settimanali mirati a portare allegria ai ricoverati, migliorandone la qualità della vita.

L'obiettivo principale è di mettere al centro i singoli pazienti rendendoli protagonisti e lasciando che siano proprio loro ad indirizzare le azioni svolte durante l'intervento sorrisoterapeutico.

Bambini e anziani hanno allo stesso modo il diritto di sorridere, anche in condizione di sofferenza.